A Cinisello Balsamo, Woodhouse si propone come aggregatore culturale
A Cinisello Balsamo, Woodhouse si propone come aggregatore culturale

Woodhouse è una realtà nata tre anni fa da un’idea di Rebecca Brollo con la filosofia dell’accoglienza rivolta prevalentemente a studenti che oggi si è evoluta in una nuova dimensione, orientata al recupero creativo e alle necessità della collettività dei comuni del nord di Milano.

Chiunque abbia un’idea per un corso o un’iniziativa da proporre può comunicarla a Woodhouse tramite il form dedicato sul sito web. I cittadini sono così invitati a diventare partecipi della trasformazione della location attualmente in corso.

29 maggio 2018 - Si è tenuto domenica 27 maggio il primo open day di Woodhouse hotel ai cittadini, una giornata di festa dove i visitatori hanno potuto esplorare gli spazi rinnovati del piccolo albergo – location eventi gestito dalla giovane Rebecca Brollo e cimentarsi in alcuni laboratori creativi aperti al pubblico.

Woodhouse nasce tre anni fa in alcuni spazi inutilizzati della ditta Boffi Spa per diventare un punto di riferimento per gli studenti a Milano. Rebecca negli anni ha deciso di aprire maggiormente l’albergo al territorio, ai suoi cittadini e alle loro necessità.

L’originalità di Woodhouse sono le decorazioni e i suoi arredi, dove la componente del legno domina e che si basano su un approccio al recupero creativo. La ditta Boffi ha infatti fornito pallets e bobine in legno, materiali di scarto della produzione, da cui Rebecca e i suoi collaboratori, tra cui tanti ragazzi da diverse parti d’ Europa che vengono a Milano per un progetto di scambio scuola – lavoro, hanno saputo realizzare parte dell’arredamento dell’hotel e degli spazi ricreativi.

L'attenzione all’ecologia è un aspetto che caratterizzerà la nuova vocazione di Woodhouse, che intende porsi nel territorio anche come esempio pratico di un’ospitalità sostenibile.

Rebecca Brollo spiega: “Ho creato Woodhouse con l’obiettivo di rigenerare un tessuto industriale in parte dismesso e considerato un luogo marginale, senza elementi di attrattività e positività in un luogo vivo, una centralità. Penso che Woodhouse possa diventare una risorsa reale per il territorio, aprendosi maggiormente alle necessità didattiche e culturali dei cittadini. La location sarà nei prossimi mesi oggetto di rinnovi estetici e qualitativi per renderla una location eventi sempre più orientata ai concetti di recupero creativo e rispetto per l’ambiente; valori che già racconta con il suo arredamento e che vogliamo trasmettere alla comunità locale con i corsi e le iniziative organizzate. Cosa diventerà Woodhouse per i cittadini di Cinisello vorrei che fossero loro a deciderlo, proponendoci le cose di cui hanno più bisogno per vivere il territorio”.

Da oggi è possibile accedere al sito www.woodhousehotel.it per votare l’evento favorito tra quelli in programmazione e per proporre nuove idee liberamente attraverso il form dedicato.

 

 

”.