Profilo cliente

L’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone si costituisce il 14 maggio 1997 da enti pubblici e privati mossi dalla volontà di dar vita a una realtà di cultura materiale del territorio del Cusio, del Mottarone e della Val Strona. È un’istituzione culturale che assicura la preservazione e la valorizzazione dei beni naturali e culturali del territorio con la partecipazione della popolazione. Ad oggi fanno parte dell’Ecomuseo le seguenti realtà associative: il Museo degli alberghieri dell’Associazione Alberghieri Armeno, il Gruppo Mineralogico Ossolano, la Famiglia Alzese (Alzo di Pella), La Finestra sul Lago (San Maurizio d’Opaglio), il Laboratorio di Arti Visive (Granerolo), il Museo etnografico e dello strumento musicale a fiato di Quarna Sotto, l’Associazione Musicale Accademia di Quarna Sotto, il Teatro delle Selve di Pella, l’Associazione Walsergemeinschaft Kampel, l’Associazione Ambientarte La Traccia, l’associazione Felice Pattaroni di Gravellona Toce, lo spazio museale di Ameno, i Comuni di Armeno, Casale Corte Cerro, Cesara, Gozzano, Gravellona Toce, Miasino, Nonio, Omegna, Orta S.Giulio, Pella, Valstrona; il Museo dell’ombrello e del parasole di Gignese, il Museo dell’arte e della tornitura del legno di Pettenasco, il Museo del rubinetto e della sua tecnologia di San Maurizio d’Opaglio, il Consorzio Giardino Botanico Alpinia, la Comunità Montana Cusio Mottarone Due Laghi Strona e Basso Toce, la Fondazione Calderara di Arte Contemporanea (Vacciago di Ameno), la Fondazione Museo Arti e Industria (Forum di Omegna), il Gruppo Grotte CAI Novara e la Provincia di Novara.

Necessità del cliente

L’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone è una realtà fortemente territoriale ma che non voleva limitarsi a comunicare le proprie iniziative solo a livello locale. L’obiettivo delle attività di comunicazione e media relations è stato quello di distinguere le iniziative a possibile ricaduta mediatica più ampia, che potessero divenire di interesse per testate regionali e nazionali nel settore turismo e green. Al fine di trasmettere in maniera più chiara il valore sociale delle realtà ecomuseali, si è provveduto anche a promuovere l’Ecomuseo del Lago d’Orta tra gli ecomusei capofila per la richiesta di una definizione normativa nazionale di riferimento. Questo ha permesso di ottenere spazi di comunicazione nazionali dove raccontare il valore delle realtà ecomuseali. Un’altra attività è stata quella di valorizzare le peculiarità degli enti associati all’ecomuseo per trarne elementi notiziabili e di valore veicolabili ai media non limitandosi alla pura segnalazione di eventi.

Uscite stampa principali

Corriere della Sera Naz.

La Stampa NO-VCO

Radio 24- L’altro pianeta

Radio Popolare – Sidecar

TV 2000- Bel tempo si spera

La Stampa ed. Naz

TG2- dossier storie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA A TUTTI I PORTFOLI